Segesta ed Erice escursione

/Segesta ed Erice escursione

Segesta ed Erice escursione

Price
From€65
Price
From€65
Full Name*
Email Address*
Your Enquiry*
Save To Wish List

Adding item to wishlist requires an account

45
Durata: 8 ore
Partenza: dall'hotel/centro città

Il sito archeologico di Segesta con il suo teatro e tempio e la città medievale di Erice “

Itinerario   

Partenza da Palermo con autista in auto o minivan. Raggiungimento del sito archeologico di Segesta e visita libera del parco archeologico e con ausilio di libro guida. Proseguimento per Erice tempo libero per la visita della cittadina medievale. 

Parco archeologico di Segesta

All’interno di un’area archeologica sorge Segesta, la più importante città fondata dagli Elimi, antico popolo della Sicilia Occidentale di origini incerte. Situata sul monte Barbaro (400 metri circa sul livello del mare) risulta un posto molto suggestivo per il tempio in sitle dorico, rimasto quasi intatto, e per l’antico teatro scavato sulla roccia che gode di un panorama mozzafiato.

Il  tempio

anche denominato “Tempio Grande”, è stato costruito durante l’ultimo trentennio del V secolo a.C., sulla cima di una collina a ovest della città, fuori dalle sue mura. L’attuale stato di conservazione presenta l’intero colonnato della peristasi.

Il teatro

Fu costruito sulla cima più alta del Monte Barbaro, in un sito, alle spalle dell’agorà, che era già sede di un luogo di culto molti secoli prima. Sfrutta come scenografia lo splendido panorama del mare e delle colline a perdita d’occhio. fu costruito alla fine del III sec. a.C. secondo i dettami dell’architettura greco-ellenistica, con blocchi di calcare locale. Si discosta dalla struttura tipica dei teatri greci perché la cavea dal diametro di 63 metri, non poggia direttamente sulla roccia ma è stata appositamente costruita ed è sorretta da muri di contenimento.

Erice roccaforte medievale

Un sito di una bellezza indimenticabile caratterizza Erice, antica città fenicia e greca, arroccata a 751 m di altezza sul monte che porta lo stesso nome, coronato da un altopiano di forma triangolare a terrazza sul mare. Nell’antichità, Erice era nota per il suo tempio ove i Fenici adoravano Astarte, i Greci Afrodite ed i Romani Venere. Il monte Eryx serviva da punto di riferimento per i navigatori dei quali Venere divenne ben presto la protettrice. La notte, un grande fuoco acceso nell’area sacra fungeva da faro. La fama di Venere Ericina divenne tale che le venne dedicato un tempio anche a Roma ed il suo culto si diffuse in tutto il Mediterraneo. 

Chiesa Matrice 

Vicina alla Porta di Trapani, uno degli accessi alla città, la chiesa risale al XIV sec. ed è stata edificata con materiale proveniente dal Tempio di Venere.L’interno, in stile neogotico, conserva un bel retablo marmoreo rinascimentale.

Il castello

Qui  sorgeva il tempio dedicato a Venere Ericina, dea particolarmente venerata nell’antichità. In epoca normanna il tempio era ormai diroccato ed al suo posto venne decisa la costruzione di una fortezza, cinta da possenti mura e protetta dalla sua posizione e dalle più avanzate Torri del Balio, un tempo collegate al castello tramite un ponte levatoio.  Da non perdere degustazione dei dolci alle mandorle e la famosa ed unica genovese di Rice presso la storica pasticceria Grammatico.  Gli orari sono approssimativi secondo condizioni generali come: tempo, traffico, etc.
  • La quota  include: trasferimento in minivan, libro guida, autista autorizzato;
  • La quota non include: ingressi ai monumenti;